Newsletter

UNITA’ E UMILTA’ “URBI ET ORBI”

(di Massimo De Simoni)

 

E’ stata una inconsueta benedizione “Urbi et Orbi” quella che Papa Francesco ha impartito venerdì 27 marzo in un’insolita Piazza San Pietro completamente deserta.

Nella stessa giornata a qualche centinaio di metri in linea d’aria, dal colle del Quirinale, il Presidente Mattarella rivolgeva agli italiani un messaggio di unità ed incoraggiamento per uscire dalla grande difficoltà che attanaglia il Paese come anche  gran parte del mondo; due messaggi che hanno sottolineato l’esigenza di stare uniti in questo grande sforzo e che sono stati dati nella stessa giornata anche per dare un segnale di unità lasciando da parte qualunque preoccupazione per sovrapposizioni di tipo comunicativo. Continue reading “UNITA’ E UMILTA’ “URBI ET ORBI””

No alla BCE di Ponzio Pilato

(di Massimo De Simoni)

L’infelice uscita della Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, chiama a delle valutazioni che è bene non fare a caldo, ma quando è trascorso qualche giorno dalla rettifica riparatoria.

Con la sua incauta dichiarazione la Lagarde ha emulato la tragica lavata di mani di Ponzio Pilato, non riuscendo a fare una valutazione politica di ciò che stava dicendo e soprattutto del contesto di difficoltà assolutamente straordinaria e inedita che sta interessando l’Italia e progressivamente l’Europa e il mondo intero. Continue reading “No alla BCE di Ponzio Pilato”

Via Fani, quarantadue anni fa

(di Massimo De Simoni)

Quarantadue anni fa in una mattina che sembrava iniziata come tante altre, in una strada di Roma, iniziava la più intrigata tragedia della storia repubblicana italiana. Iniziava con la brutale uccisione di cinque servitori dello Stato, due carabinieri (Oreste Leonardi e Domenico Ricci) e tre agenti di Polizia (Francesco Zizzi, Giulio Rivera e Raffaele Iozzino) che meritano di essere ricordati con i loro nomi e cognomi e non solo con un numero riassuntivo come è spesso accaduto.

Nello stesso momento inizia il calvario di Aldo Moro destinato a durare per quei cinquantacinque giorni che sono stati lunghi per alcuni versi e fin troppo brevi per altri, se si pensa che la fine di quel periodo ha coinciso con l’uccisione del Presidente della Democrazia Cristiana. Continue reading “Via Fani, quarantadue anni fa”

Gli invincibili di una volta

(di Massimo De Simoni)

No, non ci sono più gli invincibili! Perché non ci sono più le certezze di una volta, ma potremmo dire anche semplicemente di quindici o venti giorni fa.

In pochissimi giorni il ciclone COVID-19 ha travolto tutte le nostre convinzioni sulla inviolabilità della nostra condizione, quella di essere una generazione al riparo da catastrofi, carestie e pestilenze varie, quindi destinati ad andare sempre e solo avanti. Continue reading “Gli invincibili di una volta”

PRUDENZA O PAURA?

(di Massimo De Simoni)

 

Nel Paese paralizzato dal Coronavirus si fatica a ragionare su qualunque altro tema e la doverosa prudenza sta velocemente degenerando in paura; in questo senso il virus ha già colpito tutti.

Quando nelle comunicazioni provenienti da istituzioni ed organismi sanitari si raccomanda di evitare i contatti tra persone, i gesti di normale cortesia o affettuosità come il darsi la mano o baciarsi, si capisce che dovremo accettare dei cambiamenti di abitudini e di comportamenti, a cominciare da scuole e luoghi pubblici che stanno diventando inaccessibili. Si deve fare e si farà, con senso civico e con spirito di altruismo; se in questi giorni abbiamo resistito alla ”lezione” della D’Urso che ci ha spiegato in diretta televisiva come ci dobbiamo lavare le mani, riusciremo a sopportare anche questi ulteriori cambiamenti. Continue reading “PRUDENZA O PAURA?”

IL PARLAMENTO NON CONDANNA

(di Massimo De Simoni)

 

Mi scuso preventivamente con chi avrà la bontà di leggere questa nota, per il titolo scelto e per un’affermazione scontata – se volete perfino banale – che per alcuni risulterà essere una inutile riaffermazione di quanto già scritto nella Costituzione.

Ma quel che è seguito al voto del Senato sulla vicenda giudiziaria di Salvini (per il fermo della nave Gregoretti) merita un chiarimento, visto che la vulgata scomposta di questi giorni ha spesso partorito titoli strampalati che parlavano “tout court” di condanna o processo che il Senato avrebbe fatto all’ex Ministro dell’Interno. Continue reading “IL PARLAMENTO NON CONDANNA”

Alberto Marvelli, beato per fede e per impegno politico e sociale

(di Massimo De Simoni)

 

Una vita breve ma intensa quella di Alberto Marvelli tra attività caritatevole, impegno nel sociale e nella politica; una vita interrottasi prematuramente all’età di ventotto anni e ispirata a Pier Giorgio Frassati. Alberto si forma nell’oratorio salesiano di Rimini e laureatosi in ingegneria ebbe tra le sue esperienze lavorative anche quella della Fiat, ma la sua vocazione era di altro genere.

Nel ‘43 fu arrestato per aver contraffatto dei documenti per salvare dei ragazzi che non volevano essere arruolati nell’esercito della repubblica di Salò. Continue reading “Alberto Marvelli, beato per fede e per impegno politico e sociale”

Le dimissioni di Di Maio. Chi si estranea dalla lotta…

(di Massimo De Simoni)

 

Le dimissioni di Luigi Di Maio da “capo politico” del Movimento 5 Stelle sono arrivate in un momento delicato, vista l’imminente scadenza elettorale regionale di Emilia Romagna e Calabria.

E’ difficile giustificare la fretta di questa scelta, visto che un eventuale insuccesso pentastellato non metterebbe Di Maio al riparo da critiche solo perché dimessosi quattro giorni prima del voto; anzi, l’abbandono della nave che affonda si configura a tutti gli effetti come un’ulteriore responsabilità. Perché allora questa fuga repentina? Continue reading “Le dimissioni di Di Maio. Chi si estranea dalla lotta…”

Saggezza proporzionale

(di Massimo De Simoni)

 

La riduzione del numero dei parlamentari ha creato la necessità di modificare il sistema elettorale, fornendo anche l’occasione per riflettere sui correttivi da apportare al meccanismo di elezione dei rappresentanti dei cittadini.

L’esperienza di questi ultimi venti anni (caratterizzati da sistemi di stampo sostanzialmente maggioritario) ha infatti evidenziato le difficoltà nel gestirne le ricadute in termini di eccessiva personalizzazione della politica; per dirla in modo ancora più chiaro, è emersa una certa impreparazione del nostro paese nel contenere le tentazioni generate da sistemi elettorali che stimolano i protagonismi individuali mettendo al centro della competizione nomi e volti (magari truccati e ritoccati, se necessario) anziché forze politiche, programmi e proposte. Continue reading “Saggezza proporzionale”